Baldassarre e Nuzzi al ballottaggio

Giu 12, 2017 by

DSC02367DSC02356

 

 

 

Finalmente lo stillicidio di emozioni è finito! Gli scrutini sono stati completati alle 17.00 circa di oggi 12 giugno dopo una lunghissima ed estenuante attesa di ben 18 ore dalla chiusura dei seggi. La nottata sembrava non finire mai,  nell’attesa vana dei risultati . Fino alle 4.30 di questa mattina solo 6 sezioni avevano completato lo spoglio delle schede.

I risultati di diverse sezioni all’Ufficio Elettorale sono arrivati solo in tarda mattinata.
Ultima la sezione 21, quella con più aventi diritto al voto (1650), che solo nel pomeriggio ha completato le operazioni. Ci sono state lunghe ed animate discussioni durante lo spoglio delle schede? Dibattiti accesi tra i capilista? Sicuramente c’è stata una non corrispondenza nei conteggi che ha così dilatato ad oltranza lo spoglio.

Il risultato di queste votazioni è sorprendente e stratosferico per il Movimento 5 Stelle e per il suo candidato sindaco: Baldassarre ha preso la bellezza di 3469 voti appoggiato dalla sua sola lista a 5 Stelle. Il M5S è diventato il primo partito santermano con un 16% alla sua prima esperienza elettorale a Santeramo mentre il secondo partito, il Pd, è distante 6 punti percentuali. E così Baldassarre conquista un secondo posto inaspettato e andrà al ballottaggio con Nuzzi, candidato della coalizione di centro destra, che ha preso 3492 voti.
Solo 23 voti di differenza tra i primi due, un niente.
D’Ambrosio e Larato, invece, hanno fallito il loro obiettivo posizionandosi rispettivamente terzo (3285 voti) e quarto (3070 voti).
La battaglia tra i primi quattro candidati è stata serrata fin dalle prime battute. Il divario tra di loro è sempre stato molto basso. Baldassarre ha rintuzzato voto su voto alla corazzata di Franco Nuzzi composta da ben 6 liste che si pensava avrebbe dominato il primo turno. Forse il risultato della coalizione è un po’ sottotono visto che con il suo vasto bacino di elettori avrebbe dovuto raggiungere ben altre percentuali.
Un pensiero a parte bisogna dedicarlo a Laquale e Riviello che hanno giocato la loro partita raggiungendo un discreto numero di voti.
D’Ambrosio e Larato, invece, pensavano di avere chance maggiori ma si son fatti male da soli spaccando il centro sinistra in due. Insieme avrebbero acchiappato circa 6350 voti mentre adesso se ne tornano mestamente a casa lasciando la poltrona di sindaco in altre mani.

Ora ci si chiede: questi due schieramenti di sinistra andranno a votare al ballottaggio? E per chi? Contro i 5 Stelle e a favore della coalizione di Nuzzi? Contro Nuzzi e a favore dei 5 Stelle? Ci saranno accordi sottobanco oppure lasceranno le loro liste libere di votare chiunque?
Ai posteri l’ardua sentenza.

E adesso un po’ di riposo prima di riprendere la competizione in vista del ballottaggio del 25 giugno.

 

Vito Silletti

 

Tutti i dati degli scrutini sono consultabili sul sito  del Ministero dell’Interno

Foto della © Redazione

Related Posts

Tags

Share This

Sponsor

copertina_edicola

copertina_edicola